Posted tagged ‘ERASMUS’

Oggi va bene.

02/01/2015

Questo blog viene ormai aggiornato a cadenza quasi annuale e per le ragioni più disparate. Non fa niente, è così.

Oggi parliamo di me. Non sarà un bilancio, il nuovo anno è appena iniziato, ma non frega niente a nessuno; semplicemente, da molto tempo vorrei scrivere qui sopra perché mi ritengo fortunata.

Va tutto bene. Sto bene. Mi sento bene. Sono felice. O qualcosa di simile.

(altro…)

Annunci

Ristorante

19/06/2013

Un uomo invita una donna al ristorante.

Arrivano, si siedono di fronte alla cucina.

Camerieri passano con piatti fumanti.

Lui dice “Io non prendo niente.

E nemmeno tu. Non voglio che mangiamo.”.

 

Restano così fino alla chiusura.

Poi lui la riaccompagna a casa. Dice.

“È stata una splendida giornata, spero che tu ti sia divertita.”.

Casinò

19/06/2013

 

Se questo è un gioco d’azzardo, di certo è un gioco d’azzardo per ricchi.

Per vincere, la puntata non è libera, ma molto alta, diciamo che è di 100.

 

Per fortuna in questo gioco si punta a due, per cui si dividono le spese.

Ma per arrivare a 100, ognuno deve mettere la sua parte.

Uno non può mettere 99 e l’altro 1, bisogna che le parti siano eque : 50 e 50.

Ogni tanto, secondo le situazione, ci si può venire incontro : 40 e 60, 70 e 30.

Ma bisogna mantenere l’equilibrio. E continuare a giocare insieme.

Solo così si può sperare di vincere.

 

 

Servizio Volontario Europeo: istruzioni per l’uso

14/07/2012

Nemmeno sta volta sono morta davvero. Ma, come ogni volta che parto, sono solo sparita per un po’, presa da mille mila cose (leggi lavoro, tesi, nuova vita, organizzazine dell’anno prossimo etc).

Finalmente trovo un po’ di tempo per aggiornarvi e per spiegarvi un po’ dove sono e a che tipo di programma sto partecipando.

(altro…)

Buongiorno…

14/05/2011

p
p

Vorrei tornare a questi stessi precisi istanti di un anno fa…
E a tutto il resto.

p
p

Mea culpa

30/03/2011

 

Ho sbagliato a partire per prima. Di nuovo.

Ho sbagliato a restare.

Ho sbagliato a non darti chiarezza. Subito.

Ho sbagliato a non pretendere chiarezza.

Ho sbagliato ad ascoltare le tue chiacchiere senza senso.

Ho sbagliato a non darti il senso.

 

No, non ho sbagliato. Ho solo fatto quello che mi sembrava meglio in quel momento. Un po’ come hai fatto tu.

Sbagliando.

 

Grenoble – otto mesi dopo

04/03/2011

 

 

Certe volte bisognerebbe evitare di pensare. 

Certe volte bisognerebbe impedirsi di sperare.

Certe volte bisognerebbe rinunciare a capire.

Certe volte bisognerebbe smetterla di essere ottimisti.

Certe volte bisognerebbe davvero non aspettarsi nulla.

Certe volte bisognerebbe ricordarsi che la realtà risponde alla Legge di Murphy.

 

 

IT’S OK.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: