LibreOffice e Microsoft Word: quale formato è più compatibile?

 

Usate libreoffice? E per lavoro/studio dovete scambiare e modificare file con utenti di MS Office?

Allora vi sarete sicuramente già posti l’annoso quesito: qual è il formato più intercompatibile per i file di testo?

Usando Libreoffice, in quale formato posso salvare i documenti senza rischiare poi di udire bestemmie assortite dei colleghi che usano MS Office?

No, perché, per quanto a me piaccia inviare file odt a tutti solo per il gusto di dimostrare che io posso aprire tutti i file che mi vengono inviati, ma loro no (perché il problema è di MS Office e non viceversa); nella vita di lavoro di tutti giorni questi problemi di incompatibilità causano un sacco di grane.

In primo luogo si perde un sacco di tempo e di lavoro: reinviare documenti in mille formati diversi, riformattare file che hanno perso la formattazione nel passaggio da un programma all’altro etc.

Inoltre, per quanto paradossale possa sembrare, spesso e volentieri siamo noi utenti di Libreoffice a passare per “quelli che non sanno usare il computer”. Perché mandiamo file che non si aprono o che si aprono male. Dicono.

Insomma, se ogni tanto può essere anche molto divertente spedire file odt e diffondere il verbo del software libero, nella vita di tutti i giorni, in nome di valori gretti quali la produttività e il quieto vivere, questa non è (purtroppo) la soluzione migliore. Quindi.

Quindi si arriva alla domanda iniziale: usando Libreoffice, qual è il formato migliore in cui salvare i miei documenti di testo che dovranno poi essere aperti con MS Office?

Nell’ultimo mese le ho provate tutte. Escluso l’odt, provato il doc, provate le due (due! Ma perché poi? Versioni di docx proposte da Libreoffice), provato persino l’RTF.

Nessuna di queste soluzioni ha funzionato perfettamente (considerate che io uso anche funzioni particolari tipo modifiche, commenti e simili…).

O meglio, la soluzione ottimale che ho trovato è il doc, ma, per avere davvero una piena integrazione, bisogna prendere un piccolo accorgimento.

In pratica sono giunta alla conclusione che MS Office apre perfettamente solo i file che ha creato lui stesso. Quindi, un file creato con Libreoffice, poco importa il formato in cui viene salvato, non sarà mai perfettamente visualizzato su MS Office.

La logica conseguenza è che bisogna usare un file precedentemente creato da MS Office, modificarlo e salvarlo sempre in formato MS Office (di solito uso il doc).

Per cui, se dovete modificare un documento creato con MS Office, andate tranquilli, vi basterà salvarlo in doc e tutto dovrebbe funzionare.

Se invece dovete creare un documento ex novo, dovete barare: prendete un qualsiasi documento creato con MS Office (in genere proliferano negli allegati email), cancellate tutto il contenuto e cominciate a scrivere; poi salvate in doc.

Negli ultimi giorni sto usando questo metodo e non ho ancora riscontrato controindicazioni.

Fatemi sapere se a voi funziona e/o quali altre soluzioni avete trovato a questo problema!

Explore posts in the same categories: BLOG

Tag: , , , , , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: