La scuola cambia

 

La scuola cambia. I ragazzi non saranno più divisi per età, ma per peso. Ci sarà la prima mosca, la seconda welter, la terza gallo. Competitività. La licenza sarà media o mediomassima. Le materie tradizionali verranno sostituite dalle materie prime, e i ragazzi potranno così estrarre carbone, zinco, borace, e aiutare l’economia nazionale. Gli insegnanti verranno portati da uno stipendio da fame a uno di robusto appetito. Il profitto, quello ai privatisti. Ai ragazzi che ricordano più cose verrà data una medaglia alla memoria, ai meno svegli suggerito un indirizzo diverso dove, suonando il campanello, gli danno anche un pezzo di pane. La scuola sarà autonoma anche come bilanci: se in passivo, potrà rivendere i ragazzi ai genitori o metterli in mobilità. L’elmo di Scipio sarà però distribuito solo a chi ha un motorino.


da Sottovuoto di Massimo Bucchi su Il Venerdì di Repubblica (Venerdì 31 Dicembre 2010)

Explore posts in the same categories: BLOG

Tag: , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: